URUGUAY SVOLTA A DESTRA MENTRE IN BRASILE BOLSONARO SPINGE OLTRE

DI ENNIO REMONDINO

Uruguay, tramonto del Frente. Dopo quindici anni di governo di centro sinistra, con molti successi e alcuni errori, il candidato conservatore è in vantaggio. Lacalle verso la presidenza.
Un nuovo partito per il presidente Bolsonaro, il decimo nella sua girandola politica, ‘Aliança pelo Brasil’, nato dalla costola (ancora) più fascista del già estremista Partido social liberal (Psl) che lo aveva portato alla elezione Presidenziali in Uruguay, conteggio all’ultimo voto e per conoscere ufficialmente il nome del vincitore bisognerà attendere ancora qualche giorno: circa 30mila voti a vantaggio del candidato conservatore Luis Lacalle Pou, del Partido Nacional (centrodestra), su quello del Frente Amplio Daniel Martínez (centrosinistra). «La sostanziale parità tra i due candidati sorprendente, -commenta Claudia Fanti-, considerando che i sondaggi davano Lacalle Pou in vantaggio anche di 7-8 punti». Rimonta del candidato del Frente Amplio ma la destra può già cantare vittoria, è ammissione generale… CONTINUA SU REMOCONTRO:

 

Uruguay svolta a destra mentre in Brasile ‘BolsoNazi’ spinge oltre