IL MESSAGGIO PIÙ VERO E GLI AIUTI DALL’ITALIA AI FRATELLI ALBANESI

DI LUCA SOLDI

 

Uno dei messaggi più veri, più sinceri rivolto al popolo albanese, colpito da una nuova dura prova, da quel terremoto che ha portato morte e distruzione, arriva da un luogo che ha già provato su di se, sulle sue genti le devastazioni così grandi
Arriva da una persona che politicamente ci è distante ma che con queste parole esprime meglio di altri il valore di solidarietà e comprensione .
“Siamo vicini al popolo albanese che sta vivendo in queste ore la tragedia del terremoto. Identico per intensità a quello da noi vissuto tre anni fa”: così dice il sindaco di Norcia, Nicola Alemanno che ha voluto esprimere vicinanza e solidarietà all’Albania colpita da una serie di scosse, la più forte di magnitudo 6,5. “Le notizie che arrivano da Durazzo – ha aggiunto – ci mettono in uno stato assoluto di angoscia e ci riportano indietro di tre anni quando anche le nostre vite furono squassate dal sisma”.
“Da sindaco di Norcia – ha detto Alemanno – mi metto fin da ora a disposizione, per quel che le nostre forze possano consentire, per avviare iniziative di solidarietà verso il popolo albanese interessato dai ripetuti eventi sismici”.
Alemanno ha concluso invitando la gente coinvolta ad avere “coraggio e forza di rialzarsi subito”.
Intanto il nostro Paese si è attivato per portare concretamente degli aiuti.
Governo italiano ha deciso di inviare un team italiano con Croce Rossa, Protezione Civile e Vigili del Fuoco sta partendo, su disposizione della Presidenza del Consiglio, per rispondere alla richiesta di soccorso avanzata dall’Albania dopo che un scossa di magnitudo 6.5 ha colpito il Paese nelle prime ore di oggi, 26 novembre.

La squadra è composta da esperti della CRI, squadre USAR di ricerca e soccorso dei Vigili del fuoco della Toscana e squadre operative da Puglia e Campania, integrate da personale medico dell’AREU della regione Lombardia , da ingegneri e tecnici del Corpo nazionale dei Vigili del fuoco esperti nella valutazione e analisi del danno, da personale del Dipartimento della Protezione Civile.
Nel più breve tempo dovrebbero essere in grado raggiungerà i luoghi delle devastazioni.
Compito del team italiano, oltre alle attività di ricerca e soccorso, sarà quello di garantire il necessario supporto alle autorità locali nelle attività di valutazione del danno e dell’agibilità sia su strutture pubbliche che su edifici privati.