DL SISMA, VIA LIBERA DELLA CAMERA. NESSUN VOTO CONTRARIO

DI CHIARA FARIGU

DL SISMA, VIA LIBERA DELLA CAMERA, NESSUN VOTO CONTRARIO

 

Con 281 voti a favore la Camera approva il DL Sisma che ora passa all’esame del Senato.

Il provvedimento contiene le norme per la ricostruzione nelle zone dell’Italia centrale colpite dal sisma del 2016.

Le più importanti:

1) Proroga fino al 31 dicembre del 2020 lo stato di emergenza e fondi per 700 milioni;

2) Disciplina la copertura degli oneri stabilendo che ad essi si provveda ‘nei limiti delle disponibilità del Fondo per le emergenze nazionali’.

3) Previste anche norme relative alla semplificazioni della ricostruzione sia pubblica (con priorità agli edifici scolastici) che privata basata sulla certificazione redatta dai professionisti.

4) Ridotti dal 60 al 40% i cosiddetti ‘oneri fiscali’, ovvero gli importi da restituire che erano stati sospesi dall’agosto 2016 a tutto il 2017.

5) Inserite misure anti-spopolamento attraverso l’estensione degli incentivi previsti dalla norma ‘Resto al Sud’ anche ai territori colpiti dal sisma di Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo.

Previsti finanziamenti a imprese agricole