L’ AMORE DISFUNZIONALE DI PINK WALL AL TFF

I film inglesi ci piacciono e se sono produzioni indipendenti ancora di più. Tom Cullen decide per un esordio al lungometraggio con un film sulle relazioni d’amore. Il tema non è nuovo e proprio per questo poteva essere rischioso. Lui però  lo tratta con intelligenza destrutturando e ricomponendo  sei anni di una relazione mescolando tempi e momenti.
Ontogenesi di un amore. Perché dopotutto la cosa più difficile è cercare di far funzionare un rapporto. Eppure ancor prima di sapere che sarà amore amiamo dell’altro proprio la sua libertà i suoi progetti la sua individualità. Il film riesce perché ci rispecchiamo nei litigi nei silenzi nei tentativi di riconciliare per non perdere ciò che è stato costruito. Basta che funzioni. Il film sicuramente sì, tempi  e attori trovano l’accordo giusto. La pellicola è in concorso e merita una distribuzione italiana.