LA PIAZZA DI NAPOLI DESTA E LUCENTE

DI LEONARDO CECCHI

Se questa foto avesse un nome, quel nome sarebbe “Il risveglio della memoria”. Già, la memoria. La memoria di una Napoli insultata, vilipesa, umiliata. Dall’uomo e dal partito che hanno provato, in ogni modo, a cancellarla quella memoria. Fino a quasi riuscirci.

Quasi. Perché oggi quella memoria sopita, si risveglia. Bruscamente. Con forza. Il risultato? La piazza. La piazza di Napoli, la capitale del Sud. Che è qui oggi, desta e lucente come non mai, per dire che quell’incantesimo, l’illusione della Lega amica dei napoletani, si è rotto. E’ finito. E che, no, non ve ne sarà un altro.