MALTA, PICCOLA ISOLA, GRANDI PRETESE, POCA CREDIBILITÀ DAPHNE CARUANA

DI ENNIO REMONDINO

Daphne Caruana Galizia, giornalista d’inchiesta maltese, uccisa con un’autobomba il 16 ottobre 2017.
-Negli ultimi mesi 45 giornalisti di 18 testate internazionali, in Italia Repubblica, hanno lavorato insieme per terminare il suo lavoro di indagine sulle mafie e la corruzione. Spezzoni resi disponibili a tutti di ‘The Daphne Project’ per far scoprire le inchieste che qualcuno voleva nascondere.. Daphne Caruana Galizia. Sei mesi dopo l’autobomba del 16 ottobre 2017 a Bidnija, la Polizia maltese è convinta della prima e unica pista imboccata seguita sino ad oggi, quella politicamente neutra della criminalità locale, di cui la giornalista si era occupata solo marginalmente. L’inchiesta del “Daphne Project”, coordinata dal consorzio di 18 testate internazionali “Forbidden Stories”, documenta ben altre circostanze… CONTINUA SU REMOCONTRO:

Malta, piccola isola, grandi pretese, poca credibilità Daphne Caruana Galizia