IO ODIO

DI RITANNA ARMENI

È arrivato il momento di confessare: io odio.
Odio chi violenta e, magari, ammazza una donna perché non è più “sua”. Odio chi sfrutta il lavoro. Odio chi ha colpito Liliana Segre e tanti come lei. Odio chi non fa niente per impedire i morti in mare. Odio chi ha reso il lavoro impossibile e precario e chiama questo modernità. Odio la destra razzista e forcaiola, odio la sinistra liberista e anche lei forcaiola. Sì, io provo odio, anche tanto. E non me ne pento neanche un po’. Sappiatelo e regolatevi di conseguenza.