ANTEPRIME. MUCCINO PREPARA ‘GLI ANNI PIU’ BELLI’ PER SAN VALENTINO

DI TOTO TORRI

Gabriele Muccino, il regista che, con la poesia della nostalgia, ha raccontato e ci racconta, i sentimenti, le emozioni, le trepidazioni, le gioie, i dolori, gli amori fuggiti, quello che poteva essere e non è stato, negli anni che ferocemente (il regista romano, forse lui stesso ne patisce), con “Gli anni più belli” ce li fa rivivere e proprio nel periodo di San Valentino.
Un inno all’amore da sempre cantato. La storia dei sentimenti dei ricordi, Muccino, ce li fa rivivere nostalgicamente, con un cast stellare e sempre in quella cerchia ristretta di attori pensanti, di spessore e di cui il regista è amico e li lega da stima profonda e lealtà.
Gli attori pensanti sono: Pierfrancesco Favino (Giulio), Micaela Ramazzotti (Gemma), Kim Rossi Stuart (Paolo), Claudio Santamaria(Riccardo), Nicoletta Romanoff ed Emma Marrone che è al debutto cinematografico e sorprende per la bravura nella recitazione e per la confidenza con la cinepresa. Nel contempo ad Emma Marrone, dove il successo è di casa, il singolo “Io sono bella”, scritto da Vasco Rossi, sta andando alla grandissima. Per la cantante salentina, ora anche talentuosa attrice, si prospetta un 2020 di grandi soddisfazioni. Inoltre Emma è di una bellezza intrigante con curve mozzafiato e questo non certo danneggia, anzi ingigantisce il personaggio che sembra sia stato contattato da un management internazionale come protagonista di un musical a livello mondiale.
Il suo regista Muccino che la sta lanciando nel mondo del grande cinema, le ha detto “Sei ganza. E sei bella ,oh yeah! Sei tosta e sei generosa e sei piena di talento e onestà artistica, dolce Emma Marrone”.
Muccino sta ultimando il montaggio del film che ancora lo terrà impegnato fino dopo l’Epifania, seguirà la messa sincrono della colonna sonora, opera del Premio Oscar Nicola Piovani.
Il titolo del film,”Gli anni più belli”, arriva da uno stupendo inedito del cantautore romano Claudio Baglioni che “con la sua meravigliosa canzone – sottolinea Muccino – è il rappresentante più epico, evocativo degli ultimi quarant’anni della storia d’Italia, raccontati nel film, che scorre alle spalle di protagonisti, inesorabilmente, come un fiume in piena”.
Prodotto dalla Lotus di Leone Film Group, con Rai Cinema e distribuito dalla 01 Distribution, dal 13 febbraio invaderà il circuito nazionale.
“Gli anni più belli” è la storia di quattro amici raccontata nell’arco di circa 40 anni, dal 1980 ad oggi, dall’adolescenza all’età adulta. Le loro speranze e loro delusioni, i loro successi e i loro fallimenti, sono l’intreccio di una grande storia di amicizia e amore. Quella attraverso cui si narra l’Italia e gli italiani.
“E’ un grande colorato affresco – conclude Gabriele Muccino – che racconta chi siamo, da dove veniamo, dove si andrà e chi saranno i nostri figli. E’ il grande cerchio che inesorabilmente si ripete, con le stesse dinamiche, nonostante sullo sfondo scorrano anni ed epoche diverse”.