ABBIAMO PERSO

DI PIERLUIGI PENNATI

Inutile lottare, abbiamo perso, l’uomo si è evoluto basando la sua economia sul benessere generato dal suo lavoro, spesso manuale, ma sempre orientato a generare altro lavoro e benessere, con al centro sempre se stesso: l’uomo, la sua dignità, il suo onore, la sua libertà.

Oggi non ci stiamo più evolvendo perché la nostra economia è basata sull’idea che il benessere sia generato dal lavoro del denaro che si evolve e cresce in base ad un interesse di mercato, ovvero che il benessere sarebbe legato alla crescita di un valore virtuale che nulla ha a che fare con la reale produzione di beni e lavoro destinati a quel benessere dell’uomo che era basato sulla sua dignità, onore e libertà che non sono più importanti per i mercati, dove conta solo il valore del denaro che deve crescere sempre, anche sacrificando l’uomo se necessrio.

L’uomo produceva per l’uomo usando il denaro, il denaro produce per il denaro usando l’uomo.

Abbiamo perso, volevamo produrre denaro per essere liberi ed il denaro ha comprato noi producendo povertà, dipendenza, schiavitù.

Il denaro è una droga ed un drogato non ammetterà mai di esserne dipendente, per questo abbiamo perso.