‘GAZA’ VITA E GUERRA SENZA FINE NEL DOCUMENTARIO CANDIDATO AGLI OSCAR 2020

La vita scorre e si subisce  in questa grande prigione a cielo aperto.
Il documentario girato da Garry Keane e Andrew McConnell che ne cura anche la bella fotografia ci permette di dare uno sguardo a ciò che accade in questa striscia di terra chiusa tra mare e Muro dove da anni chi ci vive è privato di ogni diritto e dignità umana.
Il film va visto perché di Gaza non ne sappiamo mai abbastanza.
Va visto perché ancor prima che sulla morte è un documentario che parla di vita attraverso i racconti di ragazzi uomini e donne; quadri familiari che narrano di piccoli momenti quotidiani che ci conducono con parole ed immagini nella loro aberrante normalità. Ecco quindi il dipanarsi del trauma ormai accettato come ineluttabile compagno delle loro coscienze che convive con ritagli di piccole gioie estrapolate dal nulla minate da una guerra senza fine che annienta ogni speranza di futuro.
Va visto perché da voce ad un popolo spesso dimenticato ma che mai si rassegnerà al silenzio e alla sua sorte.
Il documentario coprodotto da Germania/Irlanda/Canada dopo il Sundance film festival è candidato agli Oscar 2020, non ci rimane che sperare che vinca.