ANDIAMOCI PIANO CON I GIUDIZI LIQUIDATORI SU CORBYN

DI GIULIA RODANO

Ci andrei piano con i giudizi liquidatori su CorbYn. In condizioni difficilissime, al centro di attacchi concentrici, CorbYn ha restituito prospettiva e modernità -sì modernità – ai laburisti. Ha stravinto tra i giovani, ha vinto nelle città. Ha perso tra gli anziani e nelle provincie impoverite dalle politiche dei conservatori e di Blair. Certo, ha cercato di non farsi inchiodare dalla questione dell’Europa. E come già Tsipras, non è stato compreso quando ha sostenuto che l’Europa così com’è non può essere sostenuta acriticamente, che si può essere europeisti solo se ci si impegna a cambiare l’Europa.
E infatti, che hanno fatto i liberal-democratici pro remain? Hanno perso anche loro voti e seggi. Non hanno voluto prendere in considerazione nessuna possibilità di intesa, anche solo elettorale con i laburisti, aiutando di fatto la vittoria di Jonson.
Ma il problema non sarà anche che le forze di centro devono cominciare a capire che bisogna contrastare ingiustizia, bassi salari, precarietà, privatizzazione dei servizi pubblici, altrimenti vincono populisti e nazionalisti?
Mi piacerebbe che i soloni nostrani, pronti a giudicare, finalmente giudicassero un po’ anche se stessi