LE SARDINE? MENO MALE CHE CI SONO

DI ALESSANDRO GILIOLI

Ho ascoltato le Sardine oggi, qui sotto.

Ribadisco: dicono cose ineccepibili e palesano un grande vuoto di rappresentanza.

Anzi, lo indicano proprio con il dito (e come noto il cretino guarda il dito).

È la legge dei vuoti e dei pieni. I vuoti si riempiono.

Comunque, in generale, meno male che ci sono.

Nell’Italia degli urlatori pazzi, dei Salvini, dei Mario Giordano, delle Meloni, degli Sgarbi, di ‘sta gente qui.

Poi vedete un po’ voi.