USA: DALLA CINA ALL’ATTACCO ALL’IRAN.ECCO LA STRATEGIA IN MEDIO ORIENTE

DI ALBERTO FORCHIELLI

 

✔️IRAN-USA: Vedo l’opzione militare contenuta, dopo le ultime reazioni iraniane Trump ha risposto in modo educato, mi sembra che la questione si sia ridimensionata e c’è un tweet del ministro degli interni iraniano che conferma questo. L’Iran sembra avere chiuso la sua parte di vendetta anche perché, se il Governo iraniano avesse reagito in modo molto forte avrebbe subito una reazione americana quasi certa che avrebbe causato grandi difficoltà interne, ma se non avesse reagito sarebbe stato accusato di debolezza

✔️L’Iran non ha gli strumenti per sostenere un attacco agli Stati Uniti, può attaccare qualche nave nel Golfo Persico, lanciare qualche missile, ma le possibilità di infierire colpi importanti sono abbastanza limitate. L’arma nucleare prima devono costruirla e poi essere in grado si lanciarla; e a quel punto devono fare conti con gli israeliani, che è tutta un altra partita

✔️Gli Stati Uniti potrebbero fare guerra con l’Iran, senza l’intromissione russa o cinese, perchè con la Russia c’è si un rapporto, ma è anche di tipo commerciale, per cui in situazione di guerra potrebbero comprare più armamenti russi, a soffrirne di più sono i cinesi, perché si alza il prezzo del petrolio e loro sono molto dipendenti dal petrolio del Medio Oriente, soprattutto di quello iraniano, ma allo stesso tempo godono ogni volta che l’America si pianta nel Medio Oriente, perché li distrae dall’attenzione nella loro area

✔️CINA-USA: Confermato viaggio di Xi Jinping a Washington e sembra che la firma si faccia, sono un paio di settimane che non si legge nulla su questo accordo, ancora non si capisce bene quanti prodotti agricoli, i cinesi compreranno, aspettiamo di avere le cifre vere, ma sembra che l’accordo venga chiuso

✔️Per il 2020 il pericolo recessione è scampato, dalla Cina ci si aspetta un modesto recupero e quando recupera la Cina e l’America rimane sul 2%, anche se l’Europa fa quel misero 1%, l’anno si presenta sicuramente non peggiore del 2019, dobbiamo solo stare attenti ai cigni neri che sono quelle disgrazie improvvise che succedono. In Italia penso navigheremo sempre sullo zero virgola qualcosa, insomma la solita miseria, questa ormai è la storia del Paese, quando va bene facciamo 1%, se va mele facciamo lo 0,1%, e va benino 0,2… è cosi da 20 anni

✔️Su elezioni in Emilia Romagna penso che Bonaccini dovrebbe farcela perché la Borgonzoni la ritengo proprio non pervenuto, i sondaggi li danno molto vicini e questa cosa mi sorprende. Io non sono amico di Bonaccini, non lo conosco, non voto PD, ma tutte le persone con un minimo di comprendonio e un minimo di equilibrio sono con lui, senza neanche essere di sinistra. Stiamo a vedere, ma la Bergonzoni sarebbe un brutto colpo per il Governo, ma anche per l’Italia… vederla a casa mia sarebbe una bella botta anche per me

Alberto Forchielli ospite a LeFonti.TV durante la puntata di: “BUCCE DI BANANA E VOLI D’AQUILA. SCIVOLONI E IDEE GENIALI DELLA FINANZA” del 10 Gennaio 2020, condotta da Annalisa DisponiamO