PICCOLE DONNE : MAI DIETRO A NESSUNO

È la seconda volta in pochi mesi che vedo un bel film in costume girato da donne. Prima la Sciamma con Ritratto della Giovane in Fiamme ora Piccole Donne di Greta Gerwig. I due film hanno in comune il piacere di tornare a girare dal ‘vero’ senza l’uso di effetti speciali e lo fanno benissimo, la natura i palazzi i costumi tutto è perfetto.
La storia oramai la conosciamo tutte quindi mi soffermerò solo su alcuni momenti che già da soli valgono il film :
Le due danze liberatorie e libere di Jo  con Bhaer/Garrel prima e Theodore/Chalamet dopo, segnano le scelte il rischio al cambiamento e al mettersi in gioco.
I due dialoghi tra Jo e la madre, la capacità della donna di abbracciare e ascoltare la figlia senza giudizio accompagnandola in un processo di sviluppo e maturazione.
Queste piccole donne crescono  coscienti di cosa significhi vivere in un mondo culturalmente maschile malgrado ciò lottano e si determinano per non rimanere mai dietro di un solo passo a nessuno. A modo loro si realizzano.
6 Candidature agli Oscar 2020 tra cui quella per i miglior costumi. Incrocio le dita.