18 REGALI. QUANDO SCOPRI CHE L’AMORE NON MUORE MAI

DI CLAUDIA SABA

18 REGALI.
Diretto da Francesco Amato, il film racconta la storia vera di Elisa Girotto, direttrice di una filiale di banca a Treviso.

Un giorno, alla vigilia della nascita della sua bambina, Elisa scopre di essere gravemente ammalata.
Quando comprende che non vedrà mai sua figlia crescere, decide di acquistare un regalo per ogni compleanno che la bimba festeggerà senza di lei.
Ha poco tempo davanti a se’ e così organizza tutto nel modo più veloce possibile.
Anticipa il matrimonio con Alessio e riempie la casa di pacchetti per Anna.
L’ultimo regalo, sarà per il suo diciottesimo anno di età.
Con i suoi doni, Elisa vuole dimostrare a sua figlia che, nonostante il destino avverso, lei c’è.

Ma il giorno in cui compie 18 anni, e le viene consegnato l’ultimo dono, Anna fugge.
Il vuoto lasciato dalla madre è insopportabile. Attraversa velocemente la strada e non si accorge della macchina in arrivò, che la investe in pieno.
Anna entra in coma.
Quando si risveglia, riceve il regalo che ha sempre voluto: sua madre.
Finalmente madre e figlia, possono confrontarsi, parlare e conoscersi.
Come in una favola.
I protagonisti sono Vittoria Puccini nel ruolo di Elisa, Edoardo Leo nella parte di Alessio, e Benedetta Porcaroli interpreta Anna diciottenne.
Su Alessio, il papà di Anna,
incombe la grande responsabilità di crescere una figlia da solo.
E scoprirà di essere più forte di quanto avrebbe mai immaginato.
18 Regali, mi cattura sin dalle prime immagini. E si rivela poesia.
Dalla prima all’ultima scena.
Resto affascinata dalla donna forte, così realista da organizzare un futuro per sua figlia, piuttosto che piangere la sua morte imminente.
Mi affascina Alessio, il papà, che invece non pensa affatto di essere forte quanto Elisa.
E non lo scoprirà nella rabbia di quella notizia appena ricevuta, e neppure rincorrendo il miracolo.
Lo scoprirà nella resa, nella consapevolezza che nessuno può cambiare il proprio destino.
È allora che appoggerà sua moglie fino alla fine.
Alessio è quello che resta dopo, che dovrà amare per due con la grande paura di non farcela.
18 Regali racconta l’amore.
Tra una madre e una figlia ma anche tra un uomo e una donna, una donna e la sua famiglia.
L’amore più grande, che dura tutta una vita e che, nel giorno più importante di Anna, i suoi diciotto anni, esprimerà il vero senso della vita.
Essere presenti anche quando si è costretti all’assenza.
Perché le persone che amiamo e che ci amano, non muoiono mai per davvero.
Restano con noi, anche quando se ne vanno via.