MENO MALE CHE SILVIO C’È?

DI GIANFRANCO MICALI

 

I due Silvio Boys si agitano molto in occasione delle prossime elezioni regionali. Matteo 1 va in tv e finge di essere filogovernativo, lanciando bordate soprattutto agli attuali alleati, in attesa di ricongiungersi con Verdini, che gli scelse persino il debole avversario politico(Galli) quando si propose come sindaco di Firenze. E Matteo 2 ne combina di tutti i colori per raggruppare in piazza e sui social tutti quelli che, in buona fede, credono alla fine politica di Berlusconi, il quale ha, invece, semplicemente deciso di delegare il futuro ai due figliocci, regalando loro aiuti e ampia visibilità sulle reti Mediaset e Rai. Ogni sera poi attende una relazione dal “suocero” di Salvini.