L’ANTISEMITISMO IN ITALIA NON È COLPA DEI MIGRANTI ISLAMICI

DI PIETRO GRASSO

Solo nelle ultime ore: per l’ex Ministro dell’Interno l’antisemitismo cresce per colpa dell’immigrazione, ad Andria una svastica su una parete della cattedrale, a Mondovì la scritta «Juden hier» (qui ci sono ebrei) sulla porta della casa dove ha vissuto Lidia Rolfi, deportata nei campi di concentramento.

Quando diciamo e sentiamo dire “mai più”, guardiamoci intorno, osserviamo, ascoltiamo i segni dei fantasmi del passato che riaffiorano. E combattiamoli. Perché, come ci ricorda Liliana Segre: “L’indifferenza è più colpevole della violenza stessa”.