SANREMO 2020 – QUARTA SERATA

DI DANILO MASOTTI


Come già sanno i miei 13 followers, stasera non avrei dovuto scrivere la cronaca del festival perché ero alla Bolognina a esibirmi insieme a Duilio Pizzocchi, ma siccome abbiamo finito abbastanza presto, sono tornato a casa ed ecco quel “poco” che ho visto e sentito.

Accendo la televisione e c’è ANTONELLA CLERICI vestita da Tenerone che annuncia DIODATO. Arriva un ragazzo vestito da piantina di marjuana che canta FAI RUMORE e sono costretto ad abbassare il volume che ridendo e facendo ridere è già mezzanotte e venti e non vorrei che i vicini si lamentrassero.

Arriva IRENE GRANDI, molto invecchiata, va detto. Canta FINALMENTE IO, un brano di Vasco Rossi e Gaetano Curreri che dice “Quando canto sto da Dio” e allora lasciamola cantare che dice che si sente uno schianto e il mondo è suo. Beata lei. Comunque la canzone non è malaccio, bruttini invece i fiori che le porta Amadeus e che finiranno inevitabilmente nel bidone del rusco.

Un altro che sta da dio è ACHILLE LAURO, stasera è vestito da scopa per camino, successivamente da Diabolik e infine da vampiro busone. ME NE FREGO è la sua canzone ed è già una hit. Come vi ho detto giorni fa, ACHILLE è il nuovo Vasco e proprio a Vasco la direttrice d’orchestra Beatrice Antolini ha fatto gli auguri. La cosa non è passata inosservata a Fiorello che ha fatto cantare ALBA CHIARA a tutto il pubblico del Teatro Ariston. Niente standing ovation però.

Fiorello e Antonella Clerici raccontano dell’embriagata della sera prima alla quale forse ha partecipato pure PIERO PELÙ, mio preferito del Festival per tutta una serie di vissuti che non sto qui a dirvi. La sua canzone GIGANTE parla di quanto sia bello diventare nonni di un bambino obeso in Toscana. E tu, bambino gigante delle Marche sei pronto a cavalcare il mondooooooooooo? Pubblico entusiasta fa i cori O UE O UEEE, Piero scende a cantare tra la folla e una vecchia lo bacia. Esibizione gigante e borazzissima con tanto NO disegnato col pennarello sul petto del maraglio e un messaggi: basta violenza sulle donne. Così che fa sempre bene ricordarlo.

Collegamento con Piazza Nutella gremita di gente dove si esibisce GAHLI, al Teatro Ariston arriva GIANNA NANNINI che sembra che canti in playback. Duetta insieme a lei COEZ che invece canta dal vivo e si sente. I due iniziano a cantare insieme dal vivo, lo si capisce perché steccano abbastanza e questa per me è un bella cosa.
COEZ viene cacciato via con le buone e tocca sentire tutte (più o meno) le hit di GIANNA NANNINI: RAGAZZO DELL’EUROPA, MERAVIGLIOSA CREATURA, SEI NELL’ANIMAAA e finalmente dalle scale scende FRANCESCA SOFIA NOVELLO che è una modella. A lei tocca annunciare l’arrivo di TOSCA e io sapete cosa vi dico? Che vado a letto che mi sono rotto i coglioni.

Buonanotte.
Se ne riparla nel 2021… forse.
P.s. Comunque Amadeus fa cagare (nel senso buono del termine)

Visualizza immagine di origine