UNA SQUALIFICA COSÌ NON SI ERA MAI VISTA

Bugo, abbandona il Festival alle 01:40, offeso dalle parole nuove del testo “Sincero”, scritte improvvisamente da Morgan. Squalificati. Leo Gassmann vince Sanremo “Nuove Proposte”. Gianna Nannini entusiasma con la sua performance, tutti in piedi ad applaudirla.
(Toto Torri)

Sembrava un colpo di teatro, invece era realtà. Mai accaduto nei precedenti 69 Festival, ed anche in altre esperienze teatrali. Al 70° Festival rivoluzionario, ma non fino a questo punto, accade alle ore 01:40, è il turno di Morgan , canta su un fogliettino, non capiamo, ma Bugo deve entrare e non appare, Morgan abbandona il palco per cercarlo. Sbalordimento generale.
Morgan in pratica, leggendo su un bigliettino, cantava offese pesanti per Bugo: “Sei un personaggio assurdo, se non fosse stato per me , questo palco te lo saresti sognato per tutta la vita. Sei un ingrato, negligente. Io sul lavoro che amo, sono un professionista, altre vicende a parte, tu hai procurato un enorme danno per gli attacchi che hai sbagliato, tanto che la giuria ci ha piazzato in classifica nell’ultima posizione ed io non ci sto”. In verità, il testo che è opera di Bugo, Morgan si è permesso di cambiarlo. Certo, è un Festival rivoluzionario, ma nessuno, gli stessi interessati immaginavano tanto. Riprende la gara, sotto luce diversa, ma va avanti, con molte poltrone del teatro vuote, sia in platea che in galleria.
Fortunatamente, in precedenza, avevamo goduto della vittoria meritatissima di Leo Gassmann, il bel figlio di Alessandro, rimasto a Roma con la famiglia, “perché la nostra presenza era fuori luogo e l’avrebbe imbarazzato.” Quando Alessandro , ha saputo della vittoria di Leo: “Noi siamo una famiglia fatta in un certo modo, sempre formale ma poi ha urlato “Daje PippoOOOOOOOOOOOOOOOOO, bravOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO”. Così lo chiamano in famiglia. Leo Gasmann, ha vinto molto bene, su la sedicenne Tecla. La sua “Va bene così” ha ricevuto i voti dei giornalisti della sala stampa, demoscopica e del televoto.
“Non ho alcuna intenzione di fare l’attore – dice Leo – ci si nasce per recitare, io sono nato per la musica, è la mia vita. Seguo Vasco, Fossati, Dalla, e alcuni grandi cantautori italiani e stranieri di anni fa. Spero che questo prestigioso premio mi porti fortuma.”
Omaggio a Vincenzo Mollica, che tra l’altro da tempo non sta bene, da parte di alcuni artisti da Benigni a Vasco Rossi in video, da Fiorello, Amadeus e Tiziano Ferro. Questo è il suo ultimo Festival.
Classifica di eri, ribaltata, primo Deodato e i vincitori dei giorni passati, Vibrazioni, Tosca , Pinguini entro i primi dieci. Nella finale, dove il televoto avrà il 32% del valore totale, ci saranno sorprese, il voto popolare è impensabile, più che il talento del cantante, spesso la simpatia ha il sopravvento.
Grandissima ovazione, tutti in piedi ad applaudire Gianna Nannini splendida, con Coez, un nostro cantautore di Nocera Inferioriore. All’attacco di Gianna: “Tu sei nell’anima” e “Meravigliosa creatura”, è venuto giù il teatro Ariston.
t.t.