ITALIA-LIBIA, I SEGRETI DEI FONDI A TRIPOLI

DI ENNIO REMONDINO

«La bozza integrale della proposta di rinegoziazione del memorandum libico, ottenuta in esclusiva da Avvenire, suggerisce una lettura tra luci e molte ombre. Si parla di diritti, ma con la lingua dei soldi».

«A parole non mancano i buoni propositi e alcune richieste apprezzabili, come il “rilascio di donne, bambini e altri individui vulnerabili dai centri e alla chiusura di quei centri che, in caso di ostilità, siano più direttamente esposti al rischio di essere coinvolti nelle operazioni militari” –concede Nello Scavo, che però aggiunge-, per altro verso si nota subito come questa la liberazione di donne è bambini non è invocata come “immediata”». Una promessa, e vatti a fidare di ciò che può accedere adesso in Libia  è il sottinteso… CONTINUA SU REMOCONTRO:

Italia-Libia, i segreti dei fondi a Tripoli. La bozza integrale da Avvenire