IRAQ, L’UCCISIONE USA DI SOLEIMANI APRE LE PORTE A HEZBOLLAH

DI ENNIO REMONDINO

A quasi due mesi dalla morte del generale iraniano Qasem Soleimani, un primo quadro delle conseguenze della sua uccisione da ‘InsideOver’, un importante sito d’informazione dedicato agli esteri con oltre 300 tra giornalisti, fotografi, reporter e videomaker che raccontano il mondo. Remocontro, sito nano al confronto, quando serve insegue, qualche rara volta aggiunge o sottolinea e rilancia. Oggi le prime conseguenze della uccisione americana del generale iraniano Soleimani, da una analisi di Laura Cianciarelli. «In Iraq, il raid statunitense avrebbe spianato la strada all’intervento di Hezbollah». Eliminato assieme all’iraniano Soleimani il generale Abu Mahdi Al Muhandis, vice capo delle Forze di Mobilitazione Popolare, le milizie sciite irachene, l’incarico di guidare le forze paramilitari è stato affidato allo ‘sceicco’ Mohammad Al Kawtharani… CONTINUA SU REMOCONTRO:

Iraq, l’uccisione Usa di Soleimani apre le porte a Hezbollah