ACCOLTO IL RICORSO DEI CONIUGI DEAMBROSIS, GIUDICATI INCAPACI DI CRESCERE LA FIGLIA

DI CLAUDIA SABA

Luigi Deambrosis, 75 anni, e Gabriella Carsano, 63, di Mirabello, lottano da anni per riavere la figlia nata a Torino nel 2010.
La Suprema Corte, nel 2013, li aveva ritenuti troppo anziani, confermando la sentenza della Corte d’Appello dell’anno precedente.
Ma la legge non prevede limiti di età per avere un figlio.
E la Cassazione, qualche mese fa, ha accolto il ricorso presentato dai due genitori.
Il nuovo processo ripartirà proprio dalla Corte d’Appello.
I due genitori non avevano più visto la bambina dal 2012 e lei era stata affidata prima a due comunità e poi provvisoriamente ad alcune famiglie.
Il caso era esploso dopo la segnalazione di alcuni vicini.
Li accusavano di aver lasciato la figlia di un mese e mezzo in auto da sola, per alcuni minuti, durante un trasloco.
I genitori si erano difesi ma al di là di questa segnalazione i periti avevano anche ritenuto la coppia troppo avanti con l’età per crescere una bambina.
E il Tribunale aveva tolto loro la figlia, con l’accusa di abbandono di minore.
La sentenza della Cassazione annulla invece la precedente, riconoscendo che è stato commesso un errore. L’abbandono della minore non sarebbe mai avvenuto e la bambina non avrebbe mai corso pericoli.
La Corte d’Appello di Torino dovrà ora stabilire se la coppia abbia la capacità genitoriale, ma senza più tener conto della loro età e dell’abbandono, mai avvenuto.