L’IMMENSA UMANITÀ DI LILIANA SEGRE

DI LEONARDO CECCHI

Scusate se ci ritorniamo. Ma di questo bacio che vedete qui bisogna dire qualcosa. Perché lì c’è il messaggio più bello che si possa immaginare.

Lui, di spalle, è Valerio. Oggi ha parlato a nome degli studenti Sapienza davanti a Liliana Segre. Ma fino a ieri è stato bersagliato da attacchi e insulti perché eletto rappresentante in una lista di destra. Quindi considerato inadatto per parlare alla cerimonia in onore della Segre.

Su quelle polemiche, Liliana non ha mai risposto. Fino ad oggi. Incalzata direttamente da una giornalista che le chiedeva che cosa ne pensasse, lei ha risposto avvicinandosi al ragazzo: “Valerio! Hai il ciuffo come mio nipote! Ti posso dare un bacio, o sono troppo vecchia?”. E così i due si sono scambiati due baci. Lui e lei.

Lei, che il frutto dell’estrema destra lo porta tatuato su un braccio. Lei che fino a ieri dall’estrema destra è stata insultata. Lei, oggi, con questo gesto, ha come voluto “proteggere” lui, questo ragazzo di destra che per età potrebbe essergli nipote.

Qui sta l’umanità, la dolcezza.

Qui sta la grandezza di questa donna.