E’ SCOMPARSO A 99 ANNI JEAN DANIEL FONDATORE DEL NOUVEL OBSERVATEUR

DI PAOLO BROGI

È scomparso all’età di 99 anni Jean Daniel, giornalista di rango e fondatore del settimanale Le Nouvel Observateur. Nato a Bilda, in Algeria, in una famiglia ebraica, “lo choc della vita gli piomba addosso il 7 ottobre 1940, data terribile per gli ebrei algerini. – racconta La Stampa – Il regime filo nazista di Vichy abroga il decreto Crémieux che dal 1870 accordava la naturalizzazione francese: è l’antisemitismo di Stato che sarà attuato con meticolosa ferocia dalla burocrazia francese e la deportazione di 75 mila ebrei”. Daniel scappa a Londra e si arruola nella 2° divisione blindata del generale Leclerc per liberare la Francia dai nazisti. Nel dopoguerra inizia la sua attività di giornalista.
L’ho conosciuto alla fine degli anni ’70 ai tempi dei raduni per la grande gauche. Dovevo intervistarlo per Lotta continua ma il mio programma di pezzi “parigini” s’interruppe bruscamente in quel maggio del 1978: a casa di Maria Antonietta Macciocchi fummo raggiunti proprio da una telefonata di Jean Daniel che la informava del sequestro di Aldo Moro. Rientrai quel giorno stesso a Roma e poi col giornale, e chi c’era allora in quella redazione di via dei Magazzini Generali, da Deaglio a Lerner a Sinigaglia a Renato Novelli a Marcenaro a Franca Fossati a Vincino ecc ci battemmo per salvare la vita a Moro. InvanoVisualizza immagine di origine