MATTATOIO VERGOGNA IN GERMANIA, L’INFEZIONE COVID SI PROPAGA E TORNA IL CONFINAMENTO

DI ENNIO REMONDINO

Colpo di coda del Covid  in Europa. Nel mattatoio del Gruppo Tönnies volano i contagi e sfondano quota 1550, complici le condizioni assurde di lavoro.  Per circa 370 mila abitanti significa che chiudono nuovamente locali, scuole, ristoranti, negozi, palestre e piscine. E fino al 30 giugno si potrà uscire di casa al massimo in due. 

In Germania torna l’incubo dell’epidemia

Dopo la fiammata di contagi nel mattatoio di Rheda-Wiedenbrück -1.553 i lavoratori contagiati- il governatore del Nordreno-Westfalia, Armin Laschet, ha deciso il lockdown, la chiusura dell’area. Quello di Rheda-Wiedenbrück è “il più grande singolo focolaio della Germania” e rischia anche di essere più ampio rispetto ai 1.553 lavoratori positivi al test intercettati finora. Si teme che abbiano contagiato anche le loro famiglie….CONTINUA A LEGGERE SU https://www.remocontro.it/2020/06/24/falce-e-macello-mattatoio-vergogna-in-germania-linfezione-covid-si-propaga-e-torna-il-confinamento/