BAYER:10MILIARDI DI DOLLARI PER I TUMORI DA DISERBANTI MONSANTO

DI ENNIO REMONDINO

Il colosso farmaceutico tedesco e ora il più grande produttore di sementi al mondo patteggia per 95mila cause aperte contro Roundup, il diserbante prodotto della Monsanto Usa acquisita nel 2018. E in Europa continua la battaglia ambientalista per vietarlo

«Provocavano il cancro», la Bayer confessa solo un po’

95.000 azioni legali, mentre altre 25.000 restano fuori per scelta dei danneggiati, i familiari di alteri morti per concro. Una strage e un pessimo affare per la Bayer, colosso farmaceutico tedesco, quando nel 2018 acquista la azioni della statunitense Monsanto, azienda di sementi e diserbanti chimici tanto efficaci da uccidere, assieme alle erbe parassite, anche gli uomini che la respiravano. Della Monsanto scompare anche il nome, ma non le conseguenze dell’uso del Roundup, diserbante al glifosato. Vero è che Il più grande produttore di sementi al mondo mette da parte anche 1,25 miliardi di accantonamenti per far fronte alle nuove cause per il diserbate killer, che resta ancora parzialmente in commercio. E questa è la follia irrisolta….CONTINUA A LEGGERE SU https://www.remocontro.it/2020/06/25/bayer-10-miliardi-di-dollari-per-i-tumori-da-diserbanti-monsanto/