CISGIORDANIA PALESTINESE, NETANYAHU HA FRETTA DI PRENDERSELA E TRUMP HA PAURA

DI ENNIO REMONDINO

Cisgiordania occupata. L’Amministrazione Usa non ha ancora dato il suo via libera definitivo al piano di annessione di Israele per paura di un altro caos politico internazionale in una vigilia elettorale difficile per Trump. E il premier israeliano ora teme la possibile vittoria del Democratico Joe Biden alle presidenzali Usa

Annessione, Trump non decide Bibi morde il freno. Valle del Giordano. Nella foto un soldato israeliano punta l’arma contro un palestinese durante una manifestazione contro l’occupazione. Foto simbolo della situazione. Vigilia di annessione, aveva promesso Netanyahu. «Estensione della sovranità» promessa a luglio. Ma ora l’ipocrisia lascia il posto a forti timori, almeno fra la destra israeliana. «Lo Stato ebraico procederà all’annessione del 30% della Cisgiordania palestinese sotto occupazione – gli insediamenti coloniali e la Valle del Giordano – oppure sceglierà una annessione «soft», limitata a tre principali blocchi di colonie (Gush Etzion, Ariel e Maale Adumim)»? Se lo chiede Michele Giorgio su NenaNews… CONTINUA SU REMOCONTRO:

 

Cisgiordania palestinese, Netanyahu ha fretta di prendersela Trump ora ha paura