NIENTE PAX AMERICANA SERBIA KOSOVO CON THACI ACCUSATO DI CRIMINI DI GUERRA

DI ENNIO REMONDINO

Agenzia ANSA da Belgrado – Il neo-premier kosovaro Avdullah Hoti già a Washington per assaporare il gusto del ruolo, deve tornarsene a casa in tutta fretta. Salta l’incontro tra rappresentanti serbi e kosovari di sabato a Washington, paciere Trump. L’ambasciatore Grenell, mediatore Usa e fedelissimo del presidente aveva insistito sino all’ultimo, nonostante l’accusa di crimini di guerra contro il presidente kosovaro Hashim Thaci, costretto da fatto ad evitare l’imbarazzo di tutti. Il caparbio Grenell aveva anticipato che, al  posto di Tachi, a Washington ci sarebbe stato proprio Hoti. Poi il buon senso ha prevalso, dicono anche per sollecitazioni di Belgrado. E ritirata obbligata anche per l’inesperto premier che twitta: «A causa dei nuovi sviluppi a Pristina, devo tornare in patria per gestire la situazione», ha scritto Hoti sperando che qualcuno gli creda….CONTINUA A LEGGERE SU https://www.remocontro.it/2020/06/26/niente-pax-americana-serbia-kosovo-con-thaci-accusato-di-crimini-di-guerra/