GIANFRANCO ISETTA

23 articoli

DI GIANFRANCO ISETTA Si assiste con sempre maggior preoccupazione al dibattito politico-culturale che attraversa, non solo l’Italia, ma tutta l’Europa sul come riuscire ad affrontare la più grave crisi economica, forse non solo del dopoguerra, che investe l’Occidente capitalistico. Al di là di alcuni segnali di presunta ripresa, che sembrano più di carattere congiunturale all’interno di un ciclo economico le […]

DI GIANFRANCO ISETTA Scelgo l’albero laggiù dalle robuste rughe dipinte di memoria, un sapiente custode col respiro e le storie umanissime di foglie caduche e restie a scendere s’incurva a contendere quella parte del tempo che mi sfugge insolente. Cerco l’abbraccio dolce con la sua nudità che ne sorprenda l’intima saggezza ingannatrice.   da GIGLI A COLAZIONE Puntoacapo editrice 2017 […]

DI GIANFRANCO ISETTA Si avvicinano le elezioni e con esse la ricerca spasmodica di costruire coalizioni, utili a vincerle, mobilitando risorse di qualsiasi tipo. Da ogni parte lo spauracchio sembra essere il Movimento 5 stelle al punto che il vegliardo e ormai “stanco” Eugenio Scalfari è arrivato a dire di preferire Silvio Berlusconi a Luigi Di Maio. Cioè meglio un […]

DI GIANFRANCO ISETTA Il bene della rosa è sua coscienza d’esserci. Estranea di radici possenti e di barbigli che sfiorino le dita. Petali attenti al tatto non lascian voci al cielo che chiede arcobaleni sulle gocce inghiottite. Profumi d’orizzonte sottili da giocare sfidando il calpestio smarrito delle foglie. Nello schiudersi lento in varie traiettorie disegna l’apertura qualche piccola crepa. All’apparenza chiusa […]

DI GIANFRANCO ISETTA   A proposito del dibattito sul tema dello Ius Soli  mi vengono in mente alcune parole e il significato comune con cui sono utilizzate, spesso opposto a quello reale. Prendiamo ad esempio il termine TOLLERANZA, mi sembra che  sia un sinonimo di SOPPORTAZIONE (tu non sei come me e, poiché sono democratico, ti sopporto) e quindi direi di scartarlo Un altro termine, anch’esso molto usato e spesso  in buonafede, è INTEGRAZIONE  che connota l’idea che chi viene da altre parti debba, appunto integrarsi, con chi è “già presente” in un territorio, magari da più generazioni.  Bene […]

DI GIANFRANCO ISETTA A qualche giorno dal voto delle regionali siciliane il neo deputato Cateno De Luca, rieletto con 5.400 voti nella lista “Sicilia vera” collegata all’UDC, è stato arrestato con l’imputazione di frode fiscale e fatture false per 1 milione e 750mila euro. Recentemente aveva detto di essere persino intenzionato a candidarsi a sindaco di Messina. Naturalmente era stato […]

DI GIANFRANCO ISETTA   Più della metà degli elettori non è andata a votare. Ad Ostia, di cui si dispone dei risultati definitivi, Il PD crolla vertiginosamente e il centro destra unito conferma i suoi suffragi. Grave il risultato di Casapound, figlio di una campagna razzista e xenofoba non solo italiana. La cosa interessante è che sembra esserci una impressionante […]

DI GIANFRANCO ISETTA Hanno il vezzo d’irrompere in silenzio come una meraviglia che scompare appena riesci a coglierne l’intento. Spesso a notte scendono, a perdifiato, come un soffio divino misterioso tra le viuzze brevi del labirinto di questo imprevedibile tracciato. Procuramelo tu un silenzio vero e le distanze in corde più sottili di quelle che trasformano la luce in mondi […]

DI GIANFRANCO ISETTA   Chiudere le finestre. E’ una possibilità. L’interno reso vuoto percorso sui pensieri. Il quadro appeso al muro obliqua allegramente come volesse scendere tastando le distanze dal pavimento bicromo.   Ma forse questo spazio non sceglie di fermarsi attonito a guardare. Non resta che riaprire spendere il passo giusto per ritrovare scampo dalle piccole cose che tolgono […]

DI GIANFRANCO ISETTA Nel bosco di fragole si aprì un varco tra il fogliame e una lumaca canterina scivolò via, pian piano verso un campo di miniature d’oro. La scorsero giovani elefanti bianchi che subito vollero partecipare al suo canto. Sette piccole nuvole chiare, scese dalla montagna sin lungo il pianoro e disposte ad arco, si unirono anch’esse all’insolito e […]

DI GIANFRANCO ISETTA   Nessuna ricorrenza soltanto una immagine, che torna all’improvviso, di mia madre, in un vecchio testo COME UNO SCIALLE Le parole che, forse, t’avrei detto le ho scritte su piccoli biglietti riposti nel barattolo di vetro, quello per i biscotti di mia madre. Fatti con cura, piegate le spalle, profumo di zucchero e vaniglia di nuova primavera […]

Vieni, corriamo incontro al filare di vite Là, in fondo. Salta anche tu sulle zolle del campo già arato. Ci chiama un tempo non vissuto che è già nella memoria e nel tuo corpo ormai consunto. In quella terra fresca e amica che appariva giocosa ai nostri primi anni. Per costruire ricordi con il vuoto sincero delle nostre mani aperte. […]

DI GIANFRANCO ISETTA Giocano solo gli occhi in questo guazzabuglio di luci interroganti sopra un’ idea notturna. Non so darne la forma che ora spunta un po’ incerta e in fugace impressione come il soffio di un’ombra. Il respiro un po’ accorto non volendo stupire vuole aggiungere solo qualche esigua certezza del suo esserci e, dunque, per la frase indicante […]

DI GIANFRANCO ISETTA Ho come l’impressione che sulle tue parole stia per scendere un gesto. Lo intuisco dal brusìo di quel che accade intorno: dalla ruota del carro che cigola sul perno, dal fruscìo dell’amo che lascia la sua sponda, dalle nuvole basse che sembrano in attesa. Insomma tutto o quasi sembra venirti incontro e tu taci la sete del […]