GIORGIO CREMASCHI

47 articoli

DI GIORGIO CREMASCHI La riduzione e la regolazione dell’orario di lavoro segnano l’avanzamento della civiltà, se gli orari peggiorano la società regredisce. Oggi ridicole ed ipocrite esaltazioni dell’innovazione tentano di contraddire questo principio generale della storia umana; e così la devastazione degli orari e dei tempi di vita delle persone diventa progresso, mentre chi si oppone ad essa viene bollato […]

DI GIORGIO CREMASCHI  Nella complice e colpevole disattenzione dei palazzi della politica, in questi giorni a Bruxelles si decide del futuro del nostro paese. L’Italia è il paese UE con il più alto numero assoluto di poveri, quasi 11 milioni. Proprio mentre emerge questo nostro record mostruoso , il governo Gentiloni decide di aderire al nuovo accordo europeo sul Fiscal […]

DI GIORGIO CREMASCHI Il 12 divembre di 48 anni fa esplodeva una bomba ad alto potenziale nella Banca dell’Agricoltura a Milano. 17 morti un centinaio di feriti per una strage che dava avvio alla “strategia della tensione”, cioè all’uso del terrorismo fascista da parte dei settori dello stato e del padronato per fermare il grande movimento di lotta in corso; […]

DI GIORGIO CREMASCHI Secondo gli ultimi dati ISTAT in Italia 18 milioni di persone sono a rischio o sono già precipitate nella povertà. Se vogliamo essere più precisi, utilizzando altri dati dell’istituto di statistica, in Italia abbiamo 4 milioni di poveri “assoluti”, cioè che non ce la fanno a comprare i beni fondamentali per vivere, 8 milioni di poveri “relativi” […]

DI GIORGIO CREMASCHI Oggi, 4 dicembre, anniversari della vittoria del NO alla controriforma …costituzionale di Renzi, su mandato di Eurostop ho firmato il progetto di legge di iniziativa popolare per ripristinare l’articolo 81 nella sua forma originaria ed eliminare tutti i vincoli del Fiscal Compact inseriti nella nostra Costituzione. L’obbligo del pareggio di bilancio, i vincoli posti all’azione sociale di […]

DI GIORGIO CREMASCHI Jeff Bezos è l’uomo più ricco del mondo, l’ultimo rendiconto ufficiale sul suo patrimonio netto lo fa ammontare a 90 miliardi di euro più o meno. Questa montagna di soldi l’ha accumulata con Amazon, di cui è fondatore e proprietario. Amazon si presenta con spot pubblicitari buoni e compassionevoli, verso i bambini, i disagiati, gli animali di […]

DI GIORGIO CREMASCHI Un anno fa la maggioranza del popolo italiano, con una partecipazione al voto largamente superiore a quella delle consultazioni politiche e amministrative, bocciava la riforma costituzionale di Renzi. Non era solo il leader del PD ad essere duramente sconfitto. Il sistema finanziario, la Confindustria, la grande stampa, tutta la élite intellettuale, la UE e Obama, che avevano […]

DI GIORGIO CREMASCHI Adesso per vendere di più le grandi aziende commerciali hanno importato dagli Stati Uniti il black friday, il venerdì nero degli sconti. Non conoscevamo questa ridicola ricorrenza fino a poco tempo fa, ora ne siamo invasi sui mass media. Le vendite scontate sono soprattutto nei grandi centri commerciali e on line, dove il taglio dei prezzi dei […]

DI GIORGIO CREMASCHI Un vecchio governo democristiano avrebbe sicuramente evitato questo crisi da burla con la CGIL. Infatti cosa sarebbe costato promettere che non ci sarebbe stato l’innalzamento dell’età della pensione da 66 anni e 7 mesi a 67 anni? Già oggi l’asticella della quiescenza è stata elevata a limiti intollerabili sia per le persone che lavorano, sia per quelle […]

DI GIORGIO CREMASCHI Angela Merkel non riesce a trovare una maggioranza di governo, ma gli affari e le scelte economiche vanno avanti tranquillamente. Così anche in Germania si afferma sempre di più la guida di quel pilota automatico, che il capo della BCE Draghi ha più volte garantito essere al comando dell’Italia. Così gli esperti del Consiglio Economico del governo, […]

DI GIORGIO CREMASCHI CREDEVATE DI IMPORTARE BRACCIA, MA ERANO PERSONE. A Cona in provincia di Padova una vecchia base militare è diventata un lager per migranti in attesa del riconoscimento di status. Là, in condizioni disumane sono stati ammassati in oltre mille, a dimostrazione del razzismo sociale del governo italiano. La protesta iniziale degli abitanti e del sindaco della cittadina […]

DI GIORGIO CREMASCHI   In politica progetti disastrosi e criminali a volte nascono come idee di finto buonsenso. La firma del trattato di difesa europea da parte di 23 paesi, non tutti i 27 stati quindi, della Unione Europea, è uno di questi progetti. Oggi il regime mediatico, quello che fa campagna elettorale per Casapound per capirci, presenta questo trattato […]

DI GIORGIO CREMASCHI   Se i suoi promotori Anna Falcone e Tomaso Montanari, invece che inseguire i giri di valzer della sinistra di palazzo, avessero provato a mettersi in comunicazione con il popolo che è sceso in corteo sabato, forse non sarebbero giunti a questo punto morto. Questa é la verità, c’è la sinistra ufficiale che riempe le pagine dei […]

DI GIORGIO CREMASCHI I primi segnali sullo sciopero generale proclamato da USB COBAS UNICOBAS sono molto buoni. Trasporti bloccati in tutto il paese e tante adesioni nel lavoro pubblico come in quello privato, nell’industria come nei servizi. Non è ancora quello che servirebbe, molto di più di ciò che rappresentano i sindacati di base, segno che tanto mondo del lavoro […]

DI GIORGIO CREMASCHI Il 25 ottobre 1917, calendario giuliano, la questione sociale ed il rifiuto della guerra presero il potere in Russia, dando avvio ad un colossale percorso di liberazione della umanità. Nonostante gli errori e gli orrori dello stalinismo, l’Unione Sovietica è stata determinante nella sconfitta del nazifascismo e nell’avvio di un’epoca di progresso sociale e di liberazione dei […]

DI GIORGIO CREMASCHI Coraggio, diritti, dignità, scandisce a pugno chiuso Aboubakar Soumahoro, per tutti Abou, mentre inizia il suo intervento in una sala di Foggia, troppo piccola per contenere tutte le lavoratrici e i lavoratori presenti. Essi hanno volti con tutti i colori dell’Africa e sono lì per ricordare Giuseppe Di Vittorio a 60 anni dalla morte. Sono lì con la […]

DI GIORGIO CREMASCHI L’Osservatorio Jobpricing, un centro studi non certamente sovversivo che comunica i suoi dati attraverso L’Espresso, ci fa sapere che nel primo semestre del 2017 i salari sono calati. Non semplicemente hanno perso potere d’acquisto, ma sono proprio calati, dello 0,2%. Pochissime volte negli ultimi cento anni le retribuzioni dei lavoratori sono diminuite, la più nota è quella […]

DI GIORGIO CREMASCHI Il 4 novembre per fortuna non è più festa, anche se viene celebrato come giornata delle forze armate. Non c’è niente da festeggiare, la prima guerra mondiale è stata solo una sporca inutile strage. Milioni di persone sono state mandate al macello da generali felloni, da affaristi senza scrupoli, da governi, politici e regnanti che si riempivano […]

DI GIORGIO CREMASCHI L’arresto dei ministri, il mandato di cattura per Puidgemont e per le figure più importanti del governo democratico della Catalogna è un atto di autentico fascismo. Questo atto segna uno spartiacque morale e civile oltre che politico: comunque la si pensi sull’indipendenza della Catalogna, o si condanna e combatte il fascismo del governo spagnolo, o se ne […]

DI GIORGIO CREMASCHI Omaggio al coraggio di un popolo che oggi sfida il Re franchista, il governo reazionario di Rajoy, Ciudadanos, PSOE, l’Unione Europea, le banche, le multinazionali, le grandi imprese. Quella catalana è stata presentata come la secessione dei ricchi, ma i ricchi catalani stanno Rajoy e hanno già trasferito altrove le loro sedi. Certo nel movimento indipendentista all’inizio […]

DI GIORGIO CREMASCHI Il 27 ottobre i sindacati di base CUB, SiCobas e USI hanno proclamato uno sciopero contro le politiche economiche del governo. È giusto essere solidali con tutti i lavoratori che scenderanno in lotta, perché di lotta c’è bisogno di fronte al continuo attacco ai diritti sociali e del lavoro e al chiacchiericcio in risposta di CgilCisl Uil. […]

DI GIORGIO CREMASCHI Valeria Ferrara lavora per xxxx all’Outlet di xxx. Un marchio prestigioso per uno di quei centri commerciali costruiti ad imitazione di un vecchio borgo che oggi hanno tanto successo. Là si va per fare finti affari, per comprare prodotti fatti in Asia da lavoratori schiavizzati e sui quali vengono applicati i marchi alla moda. Prodotti il cui […]

DI GIORGIO CREMASCHI Alla fine, dopo l’ennesima sfuriata dello squallido re franchista, Rajoy ha avviato il golpe contro la Catalogna. Che nel giro di una settimana perderà le proprie libertà democratiche. Sia ben chiaro ad essere colpito da questo attacco ai diritti fondamentali non è solo il popolo che ha eletto la Generalitat, ma tutta la Spagna. La democrazia è […]

DI GIORGIO CREMASCHI Nella notte tra il 5 e il 6 dicembre del 2007 un terribile incendio distrusse lo stabilimento ThyssenKrupp di Torino condannando ad una morte orribile 7 operai. Grazie al lavoro instancabile e minuzioso del procuratore Guariniello i colpevoli di quella strage furono individuati, incriminati, condannati. E, caso raro per gli omicidi sul lavoro, le sentenze, pur attenuate, […]

DI GIORGIO CREMASCHI Le stesse forze politiche che, contrapposte, si candidano al governo del paese e che si scontrano sulla nuova legge elettorale, sostengono unanimi i referendum per l’autonomia che si terranno in Lombardia e Veneto il 22 ottobre. Non è vero dunque che le due consultazioni siano un puro patrimonio leghista, anche se così vengono presentate. In Lombardia il referendum […]

DI GIORGIO CREMASCHI IL PSUV DI MADURO ED IL FRONTE BOLIVARIANO VINCONO LE ELEZIONI PER I GOVERNATORATI È un risultato limpido, di elezioni svoltesi sotto il controllo di osservatori internazionali che ne hanno attestato la democraticitá. Il Psuv e il fronte bolivariano guadagnano voti e governatorati, mentre l’opposizione golpista, che si era regolarmente presentata al voto, perde consensi e governi […]

DI GIORGIO CREMASCHI Non dobbiamo solo sostenere, dobbiamo ringraziare le decine di migliaia di studenti scesi in piazza oggi contro l’alternanza scuola lavoro. Finalmente in tante città italiane i giovani hanno manifestato contro quella infamia medioevale che è il lavoro gratuito. Infamia che diventa doppia se di essa si fa portatrice la scuola pubblica. Chiamati in lotta dalla UDS e […]

DI GIORGIO CREMASCHI Tutti i mass madia adoperano senza alcuna cautela, anzi quasi con compiacimento, la parola “ultimatum” con cui Rajoy ha dato cinque giorni di tempo al governo della Catalogna per piegarsi. Ultimatum è una parola terribile che torna dal passato, una parola che esprime tutta la peggiore violenza guerrafondaia della storia europea, tutta la prepotenza dei poteri e […]

DI GIORGIO CREMASCHI Come spesso accade nel mondo dei mass media governato dal minculpop del liberismo, tocca ad un uomo di spettacolo dire ciò su cui tacciono esimi professori, luminari vari, grandi firme dell’informazione della cultura. Nella sua trasmissione Maurizio Crozza ha detto la verità su quella vergogna immorale, oltre che incostituzionale, che è l’alternanza scuola lavoro. A cosa serve […]

DI GIORGIO CREMASCHI Le principali banche stanno abbandonando la Catalogna, le multinazionali annunciano la stessa intenzione, i miliardari idem. Il governo reazionario di Madrid sta preparando un decreto legge che consenta il trasferimento d’impresa senza oneri, così la Spagna diventerà uno stato canaglia fiscale. Ed infine la UE con il socialista Moscovici, l’amico della Grecia dopo che il suo governo […]

DI GIORGIO CREMASCHI Dopo il pronunciamento di popolo del 1 ottobre ora la parola passa al mondo del lavoro. Lo sciopero generale, proclamato da tempo dalla confederazione anarcosindacalista CGT e ora fatto proprio da tutte lo organizzazioni sindacali, si annuncia come una mobilitazione eccezionale, pari a quella referendaria. Sarà la classe lavoratrice catalana, da sempre repubblicana, antifascista, egualitaria, a dare […]

DI GIORGIO CREMASCHI https://www.alganews.it È iniziata la crisi del low cost? C’è solo da sperarlo. La Ryan Air ha lasciato a terra centinaia di migliaia di passeggeri con la motivazione ufficiale che piloti e personale di volo sono in arretrato di ferie e ora devono farle. Secondo molti commenti questa è una piccola parte della verità, ma già di per […]

DI GIORGIO CREMASCHI https://www.alganews.it La dicon in sintesi: le prossime elezioni si preparano con uno spareggio nel centro sinistra tra Gentiloni, Renzi e Minniti, nel centrodestra tra Berlusconi Salvini e Taiani, i vincitori sfideranno Di Maio. Fuori starà Pisapia, che con tutti i fuoriusciti dal PD e dalla sinistra radicale spera di rifare il centrosinistra di Prodi. Questa contesa entusiasmante […]

DI GIORGIO  CREMASCHI https://www.alganews.it Aumentano PIL e produzione industriale, cala la disoccupazione ufficiale e naturalmente il governo festeggia, anche se la stragrande maggioranza delle nuove assunzioni sono a termine e part time. Renzi e Gentiloni vantano il loro milione di posti di lavoro e lo dicono merito del Jobs Act. A questa propaganda di regime, che non a caso usa […]

GIORGIO CREMASCHI https://www.alganews.it Cala la disoccupazione secondo l’Istat e naturalmente il governo festeggia, anche se la stragrande maggioranza delle nuove assunzioni sono a termine e part time. È bene sempre ricordare come, a causa del jobsact, anche le pochissime assunzioni a tempo indeterminato siano in realtà precarie. Perché i lavoratori non hanno la tutela dell’Articolo 18 e quindi possono essere […]

DI GIORGIO CREMASCHI https://www.alganews.it Il golpe di Pinochet assassino Salvador Allende e ribalta il governo socialista di Unidad Popular. L’ultimo discorso alla radio del presidente, mentre il palazzo presidenziale viene bombardato. Riascoltiamo con dolore e angoscia le parole di Allende e viviamone tutta la terribile attualità. Egli parlava poco prima di morire, dopo aver imbracciato il fucile mitragliatore che aveva […]

DI GIORGIO CREMASCHI https://www.alganews.it/ CINQUANTA ANNI FA, PROPRIO IN QUESTI PRIMI GIORNI DI SETTEMBRE, MI ISCRIVEVO ALLA FEDERAZIONE GIOVANILE COMUNISTA ITALIANA. Non avevo ancora compiuto diciannove anni e mi consideravo già da tempo un comunista. Così mi dichiaravo nella mia classe di liceo a Bologna dove avevo appena conclusa la maturità. Leggevo, partecipavo alle prime manifestazioni contro la guerra del […]

DI GIORGIO CREMASCHI https://www.alganews.it Non ci provino nemmeno a fare i furbetti ipocriti. I governanti europei, che pagano i tagliagole perché fermino nel deserto i migranti, sanno benissimo ciò che quelli fanno per fermarli. Altrimenti non li fermerebbero. Hanno delocalizzato la strage come fanno con il lavoro le multinazionali. Anch’esse perfettamente consapevoli dell’orrore che alimenta i loro superprofitti. D’altra parte […]

DI GIORGIO CREMASCHI https://www.alganews.it Governo che sta in piedi grazie all’astensione socialista e al sostegno esterno di Ciudadanos, un partito nato come movimento di cittadini contro la corruzione, né di destra né di sinistra, e diventato la stampella della peggiore vecchia classe politica. Naturalmente Rajoy è anche l’uomo di fiducia della UE, delle banche e naturalmente della Merkel. Ec…co il […]

DI GIORGIO CREMASCHI https://www.alganews.it Renzi e Gentiloni vantano il loro milione di posti di lavoro e lo dicono merito del Jobsact. A questa propaganda di regime, che usa le stesse cifre storiche di Berlusconi, si contrappongono tre semplici verità: 1) In tutto il mondo c’è una ripresa economica, molto fragile secondo tanti economisti, ma reale. Negli USA il PIL è […]

DI GIORGIO CREMASCHI https://www.alganews.it A me l’accordo sui migranti dei governi della Unione Europea fa ribrezzo. Prima di tutto per l’infamia di un progetto che, come fu detto dagli autori dello sgombero di Roma, serve a far sparire le persone, non a risolvere i loro e i nostri problemi. Lo scopo di tutta l’operazione è costituire campi di concentramento di […]

DI GIORGIO CREMASCHI https://www.alganews.it Il ministro Poletti l’aveva detto nella sede ufficiale del palazzo, il meeting di CL: con i nuovi incentivi per assumere i giovani metteremo anche misure contro i furbetti del licenziamento. Cioè verso coloro che licenziano un lavoratore che costa di più per assumerne uno che costa meno , anche grazie ai soldi dello stato. Con questa […]

DI GIORGIO CREMASCHI  https://alganews.wordpress.com/ A Roma oggi torna la macelleria messicana, così un funzionario di polizia definì le violenze di stato durante il G8 di Genova. Contro poveri rifugiati regolari, che occupavano da anni uno stabile della grande proprietà immobiliare in attesa di una sistemazione che non c’è, prima lo sgombero, poi la violenza. Devono sparire, urla il poliziotto spaccabraccia, […]