MARIA PIA DE NOIA

4 articoli

DI MARIA PIA DE NOIA Ci sono date che non vengono celebrate perché segnano le pagine più buie della nostra storia. Però quelle date vanno ricordate. Perché a tanti, troppi, fa comodo dimenticare. Una di queste è il 18 settembre 1938. Quando Mussolini a Trieste in pompa magna annunciò la promulgazione delle leggi razziali. Una macchia nera nella storia italiana che è costata sangue e dolore a migliaia di persone colpevoli solo di essere ebrei. Ebrei massacrati nei lager. Ebrei uccisi. Ebrei deportati. Ebrei traditi da spie. Ebrei derubati. Ebrei […]

DI MARIA PIA DE NOIA Ho letto 3 volte le dichiarazioni del sindaco di Firenze ma non ho capito cosa volesse comunicare con quel “Firenze non è la città dello sballo”, alla luce degli ultimi fatti di cronaca. Confermata o no che sia l’ipotesi di reato, resta una certezza: nessuna donna deve essere sfiorata da nessuno nemmeno fosse la persona più sballata della terra (e vale per ogni essere umano). Tra il suo discorso e l’ipotesi di stupro consumato da due carabinieri non c’è alcun nesso logico. Se pensava di […]

DI MARIA PIA DE NOIA Famo a capisse: se vi scandalizzate per i titoli di Libero su immigrati/miseria/malaria poi non potete condividere l’articolo di Libero che racconta in maniera morbosa e dettagliata la violenza degli stupri di Rimini. E non perché trattasi dello stesso giornale che andrebbe boicottato e cestinato. Quell’articolo non fa  informazione e non aiuta a garantire giustizia alle vittime. Quell’articolo serve solo a dare una connotazione etnica allo stupro e a farlo apparire ancora più violento. Come se lo stupro commesso da connazionali o da altri stranieri […]

DI MARIA PIA DE NOIA Questi giorni la cronaca ci ha restituito nuovi episodi di violenza sulle donne. Accompagnata da commenti altrettanto violenti. Episodi che mostrano come la bestialità non ha colore, non ha geografia ma nemmeno aggravanti etnici. È violenza barbara. Punto. Senza attenuanti, senza se e senza ma. In questo mare di bestie io preferisco pensare però a tutti quegli uomini che utilizzano le loro mani per accarezzare, la loro bocca per pronunciare parole dolci, il loro corpo per condividere passione e brividi. Uomini educati all’amore che vivono […]