MARIO TEDESCHINI LALLI

6 articoli

DI MARIO TEDESCHINI C’è una tendenza di molti giornalisti e osservatori dei media  a lamentare una presunta decadenza del giornalismo italiano attribuita al cosiddetto “clickbait”,  cioè alla pubblicazione di materiali e specialmente di titoli ammiccanti per “ragioni di traffico”. Ho sempre considerato un po’ limitata questo tipo di critica, perché lascia trasparire una spesso inconscia nostalgia per un’età dell’oro del giornalismo, che – come tutte le età dell’oro – non è mai esistita. In particolare mi è sempre sembrato che si sottovalutassero alcune culture e prassi professionali che sono da […]

DI MARIO TEDESCHINI Lo so, questo blog è stato silente per mesi e ora scrive roba a getto continuo, ma mica potevo mettere tutto in un post solo, no? E poi la questione che vorrei discutere qui ha proprie particolarità che meritano un trattamento a parte. Il contesto è il ritorno di fiamma della discussione intorno alle cosiddette fake news, nel mio ultimo post [Il dibattito sulle fake news e gli errori di prospettiva del mondo digitale, con link ai post precedenti] indicavo l’errore di prospettiva di quanti affrontano le […]

DI MARIO TEDESCHINI Il dibattito sulle cosiddette fake news è uno straordinario specchio del modo di discutere di digitale, in Italia ma non solo. Un concetto utilizzato inizialmente per descrivere un fenomeno specifico (la produzione di item informativi consapevolmente inventati da inserire nei meccanismi della viralità digitale per ottenere benefici economici e/o politici) è stato strattonato da tutte le parti, fatto proprio dai politici che vogliono attaccare i media tradizionali (ad esempio il presidente americano Donald Trump, o alcuni  esponenti del Movimento Cinque Stelle in Italia), come di quelli  che […]

DI MARIO TEDESCHINI La presidente della Camera dei deputati Laura Boldrini, da tempo molto attiva intorno alle questioni della informazione (e disinformazione) digitale, ha pronunciato un discorso all’apertura del convegno sulle c.d. “fake news” organizzato dal Prix Italia/RAI [ne abbiamo parlato qui: Fake News, la RAI e l’apocalisse digitale] nel quale ha proposto che i social media internazionali, in particolare Facebook, si dotino di strutture redazionali in ciascun Paese dove sono attivi per “cancellare i messaggi d’odio” e “verificare i contenuti”, specialmente in vista della prossima campagna elettorale. Un discorso piuttosto lungo […]

DI MARIO TEDESCHINI LALLI Da diversi mesi i massimi dirigenti della RAI parlano della possibilità che il servizio pubblico crei una struttura destinata al fact checking, magari in collaborazione con altre grandi emittenti europee e la nuova edizione del Prix Italia a Milano questa settimana potrebbe essere l’occasione dell’annuncio. Di per sé una buona idea, che rischia tuttavia di soffocare nella cultura prevalente in azienda e nel mondo politico italiano, che mi sembra drammaticamente evidenziata da  uno spot radiofonico in onda in questi giorni, francamente reazionario. Andiamo con ordine. Il […]

DI MARIO TEDESCHINI LALLI https://alganews.wordpress.com/ Lo so, mentre gli equilibri internazionali che conoscevamo si disfanno, qualcuno può legittimamente dire che mi preoccupo di cose secondarie come il giornalismo e la libertà di espressione, ma della crisi geopolitica e militare che si è aperta intorno al Golfo Persico/Arabico tra Arabia Saudita e Iran per interposto Qatar rischia di far definitivamente le spese l’esempio più interessante e importante di giornalismo del mondo arabo, al Jazeera. Negli anni Novanta la stazione all-news finanziata dal Qatar e con base nell’emirato del Golfo ha letteralmente […]