MICHELE ANSELMI

38 articoli

DI MICHELE ANSELMI “SENTO STRANE VOCI, SPERO NON SIA AGGRESSIONE POLITICA” Ma come, non s’erano tanto amati? Paolo Sorrentino era anche andato a trovare il Cav e insieme avevano molto sorriso, al punto che Berlusconi s’era diffuso pubblicamente in complimenti, promettendo l’uso di ville varie e addirittura del mausoleo. Com’era facile da immaginare, appena diffuse le prime fotografie di scena, il capo di Forza Italia ha capito di essersi un po’ troppo sbilanciato. Sarà pur vero che Medusa vinse un Oscar con “La grande bellezza”, ma l’ad Giampaolo Letta ha fiuto, […]

DI MICHELE ANSELMI Ma che accidenti s’è fatto in faccia Val Kilmer, classe 1959? L’attore, che fu bellissimo e maledetto, pare abbia sofferto di un tumore alla gola e per fortuna è guarito. Ma il guaio vero l’ha combinato il chirurgo plastico: vedere per credere “L’uomo di neve”, nel quale Kilmer, ormai reso irriconoscibile dallo sguardo cristallizzato, si ritaglia la parte marginale, però importante, di Gert Rafto, un poliziotto alcolizzato, e forse suicida, ossessionato come l’eroe Harry Hole da un omicidio seriale coi pupazzi di neve. Non diamo la colpa […]

DI MICHELE ANSELMI “NICO, 1988”, ECCO L’ULTIMA TOURNÉE PRIMA DI MORIRE A IBIZA IL FILM HA VINTO IL PREMIO ORIZZONTI A VENEZIA, BUONA FORTUNA L’angolo di Michele Anselmi per Cinemonitor Piace praticamente a tutti “Nico, 1988” di Susanna Nicchiarelli, che poco più di un mese fa inaugurò la sezione Orizzonti della Mostra di Venezia e se ne ripartì col massimo premio conferito dalla giuria presieduta da Gianni Amelio (il famoso “aiutino”?). Produttivamente italiano e belga ma girato in inglese, il film è il terzo lungometraggio della regista romana, classe 1975, […]

DI MICHELE ANSELMI   OLTRE “DOVE NON HO MAI ABITATO”: GLI ARCHITETTI AL CINEMA TRA ANTONIONI E MONICELLI, SENZA DIMENTICARE GREENAWAY L’angolo di Michele Anselmi per Cinemonitor Il cinema italiano adora l’architettura, si abbevera ad essa, ne sfrutta prospettive, intuizioni e costruzioni, ma in fondo disdegna gli architetti. Nel senso dei personaggi. Fateci caso. Si fa un po’ fatica, anche a compulsare Wikipedia, a trovare film che abbiano per protagonista un architetto. Che sia buono o cattivo, onesto o meschino, generoso o avido, sognatore o cinico. Certo, proprio oggi esce […]

DI MICHELE ANSELMI Quasi un minuetto: con i due padroni di casa, cioè il direttore artistico Antonio Monda e la presidente Piera Detassis, che ringraziano pubblicamente tutti, distributori e produttori, “main partner” e sponsor, istituzioni locali e ministero ai Beni culturali, selezionatori e collaboratori, in una chiave molto friendly ed ecumenica, per la serie “siamo una grande famiglia”. Infatti non sono mancati neppure gli applausi, saliti dalla platea della Sala Petrassi, a quanto pare non solo popolata di giornalisti. La dodicesima Festa del cinema di Roma si svolgerà dal 26 […]

DI MICHELE ANSELMI A me non pare un brutto titolo “L’altra metà della storia”, anche se gli estimatori del romanzo da cui è tratto il film, cioè “Il senso di una fine”, Einaudi editore, dello scrittore inglese Julian Barnes, hanno un po’ storto il naso. Del resto una frase ricorrente, anzi il cuore della faccenda, recita: “La nostra vita non è la nostra vita, ma solo la storia che ne abbiamo raccontato”. Non so se sia proprio così, però suona bene. Diretto da Ritesh Batra, il regista di “Lunchbox” e […]

DI MICHELE ANSELMI Bella sfida quella tra i Manetti Bros e “Blade Runner 2049”. Un po’ Davide contro Golia. Fossi in voi, darei prima una chance ai due fratelli italiani, anzi romani, ma anche un po’ napoletani, che arrivano nelle sale con il loro “Ammore e malavita”. Molto apprezzato alla recente Mostra di Venezia, dov’era addirittura in concorso, e adesso alla prova del fuoco nel giorno in cui esce, in un delirio di commenti intorcinati, il fantascientifico seguito di “Blade Runner”. Un mese fa la battuta che girava tra i […]

 DI MICHELE ANSELMI  Carrozzato Peugeot e illuminato dal marchio Sony che rifulge da ogni dove, perfino da un vecchio juke-box, l’agente K, ovvero Ryan Gosling in cappottone di pelle verde sporco imbottito di pelliccia sintetica, è il nuovo “blade runner”, cioè un cacciatore di replicanti ribelli, quelli di vecchia generazione sfuggiti al Grande Blackout. Come informa il titolo, siamo nel 2049, cioè trent’anni dopo il piovoso e rugginoso 2019 raccontato dal primo “Blade Runner”, l’originale tratto da un romanzo di Philip K. Dick e diretto da Ridley Scott. Uscito nel […]

DI MICHELE ANSELMI Sia chiaro: non sono polemico, tanto meno sarcastico. So benissimo che il cinema italiano, sia d’autore sia popolare, sta vivendo un momento difficile, al di là della qualità stessa dei film. Ma, dando un’occhiata agli incassi di oggi su Cinetel, questo leggo. “Chi m’ha visto” (commedia) ha totalizzato in 4 giorni 490 mila euro, “Il contagio” 76mila e 555 euro, “L’intrusa” 75mila e 815 euro, “Una famiglia” 41mila. Andando un po’ più indietro: alla quinta settimana di programmazione “Il colore nascosto delle cose” è a 1 milione […]

DI MICHELE ANSELMI Dalla Mostra di Venezia, dove stava in concorso non s’è mai capito bene perché, appena una ventina di giorni fa scrissi, magari esagerando: “il film italiano che si vorrebbe non vedere”. Da giovedì 28 settembre, “Una famiglia” è nelle sale, quindi visibile a tutti. Potrete giudicare voi stessi. Lo firma il catanese Sebastiano Riso, 34 anni, fattosi notare col precedente “Più buio di mezzanotte”. Non so se sia rubricabile sotto la loffia etichetta “film da festival”, ma so che “Una famiglia”, il titolo va preso per antifrasi, […]

DI MICHELE ANSELMI Non si discute: “L’intrusa” è un film nobile e severo, girato con stile scabro, quasi documentaristico, benché costruito sulla prova degli attori. Però, a dirla tutta, si fatica un po’ ad arrivare alla fine, benché duri solo 95 minuti. Passato lo scorso maggio alla “Quinzaine des réalisateurs” di Cannes, il secondo lungometraggio di Leonardo Di Costanzo, dopo “L’intervallo”, è nelle sale da ieri, giovedì 28 settembre. Non sarà un film sulla camorra, ma certo siamo lì. Tanto è vero che il regista spiega: “È un film su […]

DI MICHELE ANSELMI Tanta segretezza alla fine ha partorito quanto segue. Il film designato per l’Oscar dall’Italia è “A Ciambra” del 33enne italo-americano Jonas Ash Carpignano, molto apprezzato dalla critica, da Nanni Moretti e sostenuto da Martin Scorsese. Storia fosca e calabrese, ambientata in una comunità rom non proprio raccomandabile, distribuita al cinema da Academy Two. Così ha deciso la commissione riunitasi presso l’Anica. Ne facevano parte – per la prima volta s’è saputo dopo la votazione e non prima, come invece sarebbe stato giusto e trasparente – i seguenti […]

DI MICHELE ANSELMI L’angolo di Michele Anselmi per Cinemonitor Curioso. Dappertutto, a proposito della commedia francese “Alibi.com”, gran successo in patria, appare questa scritta: “Medusa ha acquistato i diritti cinematografici per il remake italiano del film”. La società pilotata da Giampaolo Letta sembra mettere le mani avanti con largo anticipo, forse temendo qualche scherzetto da parte dei concorrenti. Non sempre però i film vanno rifatti. Nel caso di “Benvenuti al Sud”, remake di “Giù al Nord”, l’operazione funzionò bene sul piano commerciale. Con “Quasi amici”, che incassò da noi la […]

DI MICHELE ANSELMI Dubito che ci sarà la fila ai botteghini per vedere un film bulgaro, e tuttavia bene ha fatto la combattiva casa distributrice “I Wonder Pictures” a lanciare nelle sale italiane “Glory – Non c’è tempo per gli onesti” (da oggi, giovedì 21 settembre). Perché il film di Kristina Grozeva e Petar Valchanov offre un ritratto curioso, anche agro e pessimista, di quel Paese ex-comunista, dove nemmeno i corrispondenti del quotidiano “l’Unità” un tempo volevano andare per quanto era triste, in preda a una sorta di rampantismo post-comunista, […]

DI MICHELE ANSELMI Sulfureo e astrale, vanitoso e monacale, curiale e permaloso, ipocrita e severo, criticone e talent-scout, di destra e di sinistra… Gian Luigi Rondi, scomparso l’anno scorso, proprio il 22 settembre, alla venerabile età di 94 anni, era tante cose insieme, anche in elegante contraddizione, com’è emerso dal non formale dibattito che s’è sviluppato alla Casa del cinema dopo la proiezione del documentario su di lui realizzato nel 2014 da Giorgio Treves, “Gian Luigi Rondi: vita, cinema, passioni”. Sala piena per l’omaggio organizzato dal Centro sperimentale di cinematografia […]

DI MICHELE ANSELMI Sarà di sicuro una sciocchezza, un argomento per addetti ai lavori, ci sono ben altri problemi nel mondo, certo. Però annoto che, alle 15,45 del 20 settembre, non si conosce ancora la composizione della commissione di esperti che il 26 settembre mattina, quindi tra meno di sei giorni, dovrà riunirsi all’Anica, un po’ la Confindustria del cinema, per decidere quale titolo tricolore designare in vista degli Oscar, nella speranza che finisca nella cinquina per “il miglior film straniero” (cioè non parlato in inglese). Perché tanto ritardo? Evidente. […]

DI MICHELE ANSELMI https://www.alganews.it DOPO “FEERICO”, ALTRE DUE PAROLE CHE NON CONOSCEVO SEMPRE LEGGENDO TODISCO: ECCO “IMMITE” E “ANGUINAIE” Continuo a leggere con un certo appetito, benché sia quasi alla fine purtroppo, un bel romanzo dimenticato di Alfredo Todisco, “Il corpo” risalente al 1972 (Rusconi Editore). Qualche giorno fa mi sono imbattuto in un aggettivo mai sentito prima, “feerico”, che ho poi scoperto significa “proprio del mondo delle fate; magico, fiabesco; estens., fantastico, irreale: paesaggio f.; fantasmagorico” (grazie agli amici di Facebook che sono intervenuti, incuriositi, sul tema, lo scorso […]

DI MICHELE ANSELMI https://www.alganews.it Corre voce, anzi qualcosa di più di una voce. Aldo Grasso, dopo il furibondo litigio con il presidente Felice Laudadio nel corso del cda ai primi di luglio che sancì l’assunzione a tempo indeterminato di Alberto Crespi come capo della comunicazione, ha effettivamente dato le dimissioni da consigliere d’amministrazione del Centro sperimentale di cinematografia, come promesso. I due non si sopportano proprio, il dissenso è totale: sul piano personale e su quello delle scelte editoriali. Ma il ministro Dario Franceschini, che molto stima Laudadio, chiamato infatti […]

DI MICHELE ANSELMI https://alganews.it Forse lo sapete: Brendan Gleeson, irlandese, classe 1955, è il mio attore preferito in assoluto (sul versante femminile c’è Diane Lane). Mi piace da sempre, prima era considerato solo un caratterista di valore, da qualche anno è ascesso a ruoli da protagonista: vedere per credere “Un poliziotto da happy hour”, davvero il titolo italiano più fesso che si potesse escogitare, “Calvario”, “Lettere da Berlino”. Appena esce un suo film io me lo vado a vedere, anche se poco ispira, come nel caso di questo “Appuntamento al […]

DI MICHELE ANSELMI https://www.alganews.it/ TU QUOQUE? Donald Sutherland, canadese, 82 anni, padre di Kiefer, attore eclettico e di talento, capace di muoversi nei film più diversi (azione, polizieschi, horror, commedie, melodrammi, tragedia, spionaggio, fantascienza), indimenticabile Casanova per Fellini e “Attila il fascista” per Bertolucci, riceverà l’Oscar alla carriera tra qualche mese. In tanti anni di carriera non è mai vinto uno. Il risarcimento è d’obbligo. Ci si chiede solo perché, alla sua età, abbia deciso di tingersi i capelli dopo aver indossato per anni la sua bella criniera bianca con […]

DI MICHELE ANSELMI uttps://www.alganews.it Non sempre capita, ogni tanto giocano contro, a sorpresa, l’antipatia personale, la divergenza estetica o il desiderio di mostrarsi originali e aperti verso cinematografie lontane, ma in generale i presidenti di giuria, ai festival, tendono a premiare i film del proprio Paese. La controprova, comunque si giudichino i premiati e quest’anno la qualità era buona, viene dalla 74ª Mostra del cinema di Venezia testé conclusasi. Concorso: l’americana Annette Bening ha conferito il Leone d’oro all’americano “The Shape of Water” del regista messicano, ma ormai “americanizzato”, Guillermo […]

DI MICHELE ANSELMI https://www.alganews.it Un altro lutto nel mondo del cinema. Muore a 69 anni il palermitano Luigi Burruano, attore di temperamento, anche sofisticato, uomo dal carattere non facile. Era zio di Luigi Lo Cascio, i due avevano recitato insieme nel film “I cento passi” di Marco Tullio Giordana. Sullo schermo sapeva essere odioso e tenero, quella sua smorfia, a volte furente a volte patetica, custodiva un mondo. Bello, a ciglio asciutto e senza retorica, il ricordo dell’amico e compagno di scuola Vincenzo Accozzaglia Vasile, che pubblico qui sperando di fargli […]

DI MICHELE ANSELMI https://www.alganews.it Una premiazione infinita, vista la quantità dei premi in lizza, addirittura 7 per la sezione Orizzonti; e un verdetto in buona misura condivisibile, anche annunciato, perché di quelli che riescono ad armonizzare le ragioni del cinema d’autore e del cinema popolare, ricucendo il rapporto spesso tormentato tra cinefilia festivaliera e pubblico pagante. Dunque il Leone d’oro è andato al messicano Guillermo Del Toro, che da anni lavora felicemente a Hollywood, e alla Mostra ha portato forse il suo film più denso e toccante, “The Shape of […]

DI MICHELE ANSELMI https://www.alganews.it D’accordo, siamo alla Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, quindi non dovrebbe valere l’antico adagio hollywoodiano secondo il quale “il cinema è la vita senza i tempi morti”. Ma se metti in un film solo tempi morti alla fine ammazzi il film medesimo. Capita con “Hannah”, quarto titolo italiano in concorso alla 74ª edizione, ambientato in Francia ma firmato dal trentino Andrea Pallaoro, classe 1982. Un tempo l’avremmo definito “film da festival”. La formula è stantia, neanche corrisponde più alla realtà, ma una cosa è certa: […]

DI MICHELE ANSELMI https://www.alganews.it Anche per Abdellatif Kechiche è arrivato “Il tempo delle mele”. Anzi dei “meloni”, come un collega impertinente ha ribattezzato il nuovo film dal titolo enigmatico, “Mektoub, My Love: Canto Uno”, per via del goloso sguardo sui giovanili corpi femminili allegramente mostrati nelle loro forme tornite. Classe 1960, tunisino, Palma d’oro quattro anni fa a Cannes con lo scandaloso e riuscito “La vita di Adele”, Kechiche ha fama di cineasta incazzoso e poco incline al sorriso. “Mektoub” eccetera batte bandiera francese per lingua e ambientazione, ma è […]

DI MICHELE ANSELMI https://www.alganews.it Abito nei pressi di piazza Vittorio Emanuele, in Roma, dal 1997. In questi vent’anni ho visto arrivare molti cineasti, da Matteo Garrone a Paolo Sorrentino, da Mario Martone a Enzo Monteleone, da Anna Negri e Mimmo Calopresti, solo per dirne alcuni. E non dimenticherò mai il giorno in cui Gabriele Salvatores mi disse, seriamente: “Beato te che vivi nella Roma multietnica del futuro”. Gli risposi: “E tu dove vivi quando vieni a Roma?”. Risposta: “A via Margutta”. Ecco. Persiste una certa mitologia attorno a piazza Vittorio, […]

DI MICHELE ANSELMI https://www.alganews.it Darren Aronofsky era la passione dell’ex direttore della Mostra, Marco Müller, che infatti piazzò in concorso tre dei suoi film, “The Fountain”, “The Wrestler” , pure Leone d’oro, e “Il cigno nero”. Speriamo che non diventi tale anche per l’attuale Alberto Barbera. Intanto però è arrivato in prima mondiale al Lido il nuovo “mother!” (con la emme minuscola, vai a sapere perché). Fischi e “buuu” all’anteprima mattutina per la stampa, il che significa poco, stasera fioccheranno gli applausi in Sala Grande. In ogni caso pare difficile […]

DI MICHELE ANSELMI https://www.alganews.it George Bernard Shaw teorizzava che “inglesi e americani sono due popoli divisi dalla stessa lingua”. Vero, probabilmente. E tuttavia la madrelingua aiuta se dalla vecchia Europa si va negli Stati Uniti per girarvi un film di ambientazione americana. Ogni riferimento a Paolo Virzì e al suo “The Leisure Seeker” non è casuale. La controprova viene da “Three Billboards Outside Ebbing, Missouri”, scritto e diretto dal drammaturgo londinese, sia pure figlio di irlandesi, Martin McDonagh. Classe 1970, ha diretto film bizzarri come “In Bruges” e “7 psicopatici”, […]

DI MICHELE ANSELMI https://www.alganews.it Si parte con “It’s Too Late” di Carole King e si finisce con “Me and Bobby McGee” di Janis Joplin. Le canzoni, tra il nostalgico e l’evocativo, non mancano di certo in “The Leisure Seeker” di Paolo Virzì, primo film italiano, benché girato in inglese negli Stati Uniti, sceso in gara alla 74ª Mostra di Venezia. Applausi calorosi pure alle due proiezioni per la stampa, con un sospetto di claque; commenti esaltanti su Facebook, del tipo: “Grandissimo Virzì, grandissimo” o “Che dominio del sentimento, che romanticismo […]

DI MICHELE ANSELMI 74 https://www.alganews.it L’israeliano Samuel Maoz ha molto da dire, col suo “Foxtrot”, e lo fa in modi complicati e spiazzanti; l’americano George Clooney non ha molto da dire, col suo “Suburbicon”, e lo fa in modi divertenti e prevedibili. In ogni caso giornata buona, almeno per quanto riguarda il concorso, alla 74ª Mostra di Venezia. Leone d’oro 2009 a Venezia con “Lebanon”, ovvero la guerra vista dall’interno di un carro armato israeliano, Maoz non si allontana granché dal tema, sia pure escogitando qui una densa partitura in […]

DI MICHELE ANSELMI https://www.alganews.it Bisogna dire la verità: Robert Redford e Jane Fonda sono, allo stesso tempo, la forza e la debolezza di “Le nostre anime di notte”. Il film di Ritesh Batra, tratto dall’ormai famoso romanzo breve di Kent Haruf edito in Italia da NN, è approdato in prima mondiale, fuori concorso, alla 74ª Mostra di Venezia per completare il Leone d’oro alla carriera conferito ai due grandi attori ottantenni. Gli applausi sono risuonati calorosi in Sala Grande, s’intende, ed è giusto così: perché Robert & Jane, qui al […]

DI MICHELE ANSELMI https://www.alganews.it Qui al Lido c’è chi fischia, si direbbe per partito preso, pure la nuova sigla della Mostra. Non sarà un capolavoro, ma almeno ha il merito di essere musicata bene e graficamente accettabile, di sicuro meno astrusa/pretenziosa di quelle viste nelle ultime stagioni. In ogni caso non sono proprio da fischiare i tre film passati oggi in concorso, forse troppi per un giorno solo, ma si sa che i cinefili sono anche filmofagi. Parto da quello che, per me, è il più bello e interessante. Il […]

DI MICHELE ANSELMI https://www.alganews.it Peccato. “Downsizing” poteva essere un gran film, e per due terzi tale è, purtroppo si perde nell’ultimo atto, smaterializzandosi tra fiordi norvegesi, apocalissi annunciate e nuove Arche di Noè, lasciando un senso di quieta delusione. Pochi applausi, neanche convinti, alla proiezione mattutina per la stampa della nuova creatura di Alexander Payne, scelta dal direttore Alberto Barbera per inaugurare la 74ª Mostra (magari, invece, il pubblico in Sala Grande impazzisce). Payne è regista brillante ed eclettico, non fa un film uguale all’altro. Il mio preferito è “Paradiso […]

DI MICHELE ANSELMI https://www.alganews.it Benvenuti al Lido. “La Mostra nell’anno del terrore / Misure da film” strilla davanti alle edicole “il Gazzettino”, cioè il più autorevole quotidiano locale, provando a mettere insieme realtà e finzione, allarmando quel tanto che basta per non creare il panico. Domani, con “Downsizing” di Alexander Payne, si apre ufficialmente la 74ª edizione della cine-kermesse veneziana; e intanto stasera i cinefili scalderanno i muscoli con la versione ritrovata di “Rosita” di Ernest Lubitsch, anno 1928, proiettata in forma di antipasto ufficiale. Ma certo il tema della […]

DI MICHELE ANSELMI https://www.alganews.it A proposito di cine-festival, poche cose, da giornalista e lettore, mi annoiano come le pagine di presentazione che i quotidiani italiani sono abituati a fare sotto le testatine “Verso la Mostra” o “Verso Venezia”. Posso dirlo a ragion veduta. Prima per “l’Unità”, poi per “il Foglio”, “il Riformista”, “il Giornale” e “il Secolo XIX”, una volta o due anche per “Panorama” e “Sette” che però sono periodici, ho dovuto scervellarmi ogni fine agosto per preparare qualcosa di gustoso, se possibile di utile, che servisse a illustrare […]

DI MICHELE ANSELMI https://www.alganews.it La scena più intensa di “Dunkirk”, a mio parere, arriva in sottofinale. I fantaccini inglesi sono tornati in patria per il rotto della cuffia: demotivati, laceri, affamati. Si vergognano di aver perso clamorosamente la prima campagna militare contro i nazisti, anche se l’evacuazione dalle spiagge francesi di Dunquerke è in buona misura riuscita. L’Operazione Dynamo, attuata tra il 26 maggio e il 4 giugno 1940, ha salvato 338 mila soldati, tra britannici, belgi e francesi, su oltre 400 mila totali. Ci sono tè caldo e biscotti […]

DI MICHELE ANSELMI https://www.alganews.it LAVORI IN CORSO A CINECITTÀ DOPO L’AMBIZIOSA FUSIONE E PENSARE CHE NEANCHE DIECI ANNI FA TUTTO STAVA FALLENDO Si riparla di Cinecittà. Intanto alla Mostra del cinema di Venezia con la presentazione, sabato 2 settembre alle 15.30, del volumetto “Cara Cinecittà”, realizzato dalla rivista della casa “8 ½” . Nel frattempo, pur tra qualche intoppo e messa a punto, si sta lavorando al nuovo assetto degli studi sulla Tuscolana. Come sa chi è del ramo, nei mesi scorsi Istituto Luce-Cinecittà ha riassorbito le attività di Cinecittà […]

DI MICHELE ANSELMI https://alganews.wordpress.com/ Che cosa avrà voluto dire il presidente della Biennale, Paolo Baratta, rispondendo a una quasi domanda di Valerio Cappelli sul “Corriere della Sera” di ieri? Quasi domanda: “Cannes è andato male”. Risposta: “Dipende da produzioni non pronte, poi non dico che sei condizionato, ma il sistema francese è più invasivo. Noi, con le nostre spalle e i nostri soldi, anche se è molto presente Raicinema, con cui abbiamo talvolta discusso e litigato, non abbiamo pressioni. Ecco, il miracolo della Mostra è la libertà e l’autonomia dalla […]